STIRLING


Si tratta di un ciclo termodinamico brevettato nel 1816 dal sacerdote scozzese Robert Stirling, utilizzabile come motore ed effettivamente adoperato nei sommergibili. Il rendimento è molto buono, paragonabile a quello dei Diesel, è silenzioso e con basse emissioni grazie alla combustione continua. Non è utilizzabile sulle vetture, tra l’altro, per le sue caratteristiche di buon funzionamento solo in condizioni stazionarie. Può essere preso in considerazione per i veicoli “ibridi* per generare energia elettrica come alternativa ai diesel o alle turbine. Termodinamicamente è un ciclo a combustione esterna (cioè con riscaldamento fuori dalla camera di espansione) dove dell’idrogeno, oppure l’elio, è compresso in una camera a bassa temperatura (cioè raffreddata), quindi trasferito in una camera di riscaldamento. Esso viene quivi fatto espandere in un cilindro con pistone, e questa è la fase attiva. L'idrogeno espanso poi viene inviato di nuovo nella camera fredda dove viene compresso. Quindi l’idrogeno non è il combustibile ma il fuido operante, mentre il combustibile utilizzato può essere qualsiasi.

Si è deciso di farlo in bronzo perchè esteticamente è molto bello e ben presentabile.

ULTIMI 2 MOTORI REALIZZATI

.

Foto

Vista laterale con sfondo un disegno tecnico di lavoro

Altra vista laterale con l'ampollina dell'alcol per il funzionamento


Replica di un motore STRLING da imbarcazione del 1876.

Vista frontale

Vista posteriore

Dettaglio del pistone di lavoro

Dettaglio del pistone e del camino


Motore STIRLING industriale  del 1880 in scala 1:10 (vista lato sinistro)

Vista lato destro

Vista albero motore e biellismo

Vista parte superiore


Motore Stirling con 2 bilanceri

Simile al precedente  è stato realizzato uno stirling con 2 bilanceri ma in scala ridotta.

vista frontale dei 2 motori.

Vista laterale.


STIRLING BETA : Motore stirling con pistoni concentriti e  movimento a leve sulla cam.

vista laterale.

Vista posteriore.

vista anteriore:

Particolare del leveraggio.


 


Video